Richiami dei prodotti: un coordinamento globale

La creazione di una piattaforma globale sui richiami dei prodotti ha permesso alle autorità nazionali di adottare misure per proteggere le persone da eventuali danni, risparmiando tempo, denaro e risorse.

Quali sono i temi?

Nel corso degli ultimi anni, il numero e la portata dei richiami dei prodotti che contribuiscono a proteggere i consumatori dai prodotti pericolosi è costantemente aumentato. Catene di approvvigionamento globali più complesse, una legislazione sul ritiro dei prodotti di consumo dal mercato più restrittiva e maggiori standard di trasparenza sono i tre fattori che hanno determinato tale aumento. Questo significa che oggi un singolo richiamo di prodotti può influenzare milioni di consumatori e avere un impatto su numerosi produttori e aziende in tutto il mondo.

Ciò nonostante, il coordinamento internazionale per i richiami di prodotti tende ad essere decentralizzato. Le amministrazioni coinvolte nella gestione dei richiami perdono tempo nello scambio di informazioni, complicando le procedure. Garantire interventi rapidi è essenziale per tutelare i consumatori, in particolare quando ci sono grandi rischi per la sicurezza.

Quali sono le soluzioni?

Il portale Global Recalls dell’OCSE è stato creato nel 2012 per fungere da piattaforma unica nella diffusione di informazioni sui richiami di prodotti in tutto il mondo.

A luglio 2019, la banca dati conteneva oltre 24.000 avvisi di richiamo di prodotti provenienti da 46 giurisdizioni e integrava i dati tratti dal sistema di allerta rapido dell’UE per i prodotti non alimentari pericolosi (Safety Gate) e dal portale regionale per i richiami dell’ASEAN.

Questo numero di avvisi è destinato ad aumentare, finché l’OCSE continuerà a lavorare con altre organizzazioni internazionali, come l’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), per inserire i propri richiami nel portale.

Quali sono gli impatti?

Le varie giurisdizioni non avranno più necessità di controllare i portali sui richiami di altri Paesi per conoscere le ultime notizie in materia di  sicurezza dei prodotti in diverse parti del mondo. Il portale Global Recalls offre una visione d’insieme delle tendenze e delle problematiche emergenti sulla sicurezza globale dei prodotti negli altri Paesi. Tale piattaforma di informazione consente alle autorità nazionali di adottare misure per tutelare i rispettivi consumatori da eventuali danni, risparmiando tempo, denaro e risorse. Il portale fornisce un’analisi preziosa sui richiami: per esempio ha dimostrato ai Paesi come, dal 2012, quasi la metà dei prodotti richiamati abbia riguardato giocattoli e giochi, settore automobilistico e abbigliamento.

Alcuni Paesi membri dell’OCSE e altri Paesi non membri utilizzano il portale per fornire informazioni alle proprie iniziative interne per la sicurezza dei prodotti: in Australia, per esempio, le informazioni sui richiami di prodotti ottenute dal portale sono state utilizzate per confermare la necessità di diffondere uno standard obbligatorio per la sicurezza, mentre in Costa Rica, dal 2016, il 64% dei richiami nazionali di prodotti viene effettuato tramite i dati presenti su Global Recalls. Inoltre, Paesi come la Colombia, la Corea, il Perù e la Svezia utilizzano il portale per intraprendere le loro attività di sorveglianza del mercato interno.

In un mercato globale, il portale Global Recalls dell’OCSE è una risorsa fondamentale per scoprire prodotti pericolosi che possono ferire o uccidere i consumatori. L’ACCC utilizza il portale per assistere nell’elaborazione delle misure di intervento, nella sorveglianza del mercato e per comprendere meglio i pericoli emergenti.

Delia Rickard Vice Presidente, Australian Competition and Consumer Commission (ACCC)
close
Twitter Facebook LinkedIn Print Email
arrow arrow
Annual report
Discover the
OECD
download
Brochure
Read our
annual report
download