Governo d'impresa a sostegno delle donne

L'Associazione giordana Women on Board dimostra come la creazione di una rete di contatti professionali, la formazione e il tutoraggio possono cambiare gli indicatori della partecipazione delle donne negli organi direttivi.

Quali sono i temi?

Nella regione MENA, le donne rappresentano una risorsa inutilizzata per l’economia. La partecipazione femminile alla forza lavoro in Giordania si attesta al 16% rispetto a una media del 51% nei Paesi dell’OCSE. Inoltre, la partecipazione femminile alla forza lavoro è spesso inferiore nel settore privato rispetto al settore pubblico.

In questa regione, per le donne è particolarmente difficile raggiungere posizioni di alta responsabilità, dato l’elevato tasso di abbandono all’interno della forza lavoro. Nel 2018, tra le società quotate presso la Borsa di Amman, le donne che facevano parte di consigli di amministrazione rappresentavano una percentuale pari a solo 8.1%, rispetto al 20% nei Paesi membri dell’OCSE.

Quali sono le soluzioni?

La presenza delle donne nei consigli di amministrazione genera valore per le imprese confermato da prove documentali e le loro prestazioni ne rappresentano un riflesso positivo. Il talento delle donne e gli incentivi alla loro permanenza sul mercato del lavoro dovrebbero essere una priorità in ambito di leadership aziendale e giustificano che tutti i livelli di governo si impegnino a integrare un più ampio cambiamento a livello culturale e sociale.

La regione MENA deve fare fronte a sfide economiche che possono essere gestite mediante riforme interconnesse delle politiche pubbliche: sono necessarie strategie in grado di aumentare la possibilità per le donne di accedere ai consigli di amministrazione delle imprese. I governi, le amministrazioni pubbliche, gli enti di regolamentazione e le aziende possono mettere a punto azioni su misura per contesti specifici per aumentare la partecipazione delle donne alle posizioni di alto livello. Alcuni metodi utili per introdurre la diversità di genere a livello di dirigenza aziendale e tra i membri dei consigli di amministrazione sono la creazione di reti professionali e l’offerta di sostegno alle donne presenti nel mondo delle imprese. Per facilitare ciò, si potrebbero inoltre organizzare alcune attività mirate, come programmi di formazione e sviluppo, attività di leadership e il sostegno di un mentore. Questi approcci sono stati individuati quali metodi utili per facilitare un equilibrio di genere in seno ai consigli di amministrazione e ai vertici aziendali.

L’attuazione dei buoni principi di governo societario dell’OCSE offre una soluzione importante per migliorare la rappresentazione delle donne nella leadership d’impresa. Grazie all’adozione di questi principi, sarà possibile rispondere alla richiesta delle donne di una maggiore partecipazione, trasformandola in una necessità per il mondo delle imprese.

Iman Al-Damen, Presidentessa di Women on Boards

Quali sono gli impatti?

Dal 2017, il Gruppo di lavoro MENA-OCSE sul governo societario ha sostenuto lo sviluppo di assetti e politiche razionali. Tali strumenti sono essenziali e fungono da struttura di base per favorire la competitività, promuovere lo sviluppo nel settore privato e aumentare lo sviluppo dei mercati di capitali. L’equilibrio di genere nella leadership aziendale rappresenta una priorità essenziale per il Gruppo di lavoro MENA-OCSE. A maggio 2018, la fondatrice norvegese e amministratrice delegata di FutureBoards, Turid Solvang, ha offerto il proprio appoggio a un gruppo di professioniste giordane, dando vita a un’associazione senza scopo di lucro, la Women on Boards (Giordania), che mira a promuovere l’accesso delle donne ai vertici di varie imprese nel settore pubblico e privato. Queste professioniste si sono incontrate grazie al gruppo di lavoro MENA-OCSE e si sono riunite per avviare questa iniziativa.

L’impegno assunto in Giordania può condurre alla realizzazione di “strumenti” e “linee guida” per le giurisdizioni che intendono promuovere efficacemente l’equilibrio di genere. Un maggiore sostegno volto ad affrontare gli squilibri di genere a livello nazionale potrebbe essere sviluppato secondo le indicazioni della Guida sugli equilibri di genere per gli Emirati Arabi Uniti, un’iniziativa che definisce le azioni utili che le organizzazioni possono adottare per valorizzare il potenziale e le capacità delle donne. L’OCSE ha elaborato la Guida in collaborazione con il Consiglio per gli equità di genere negli Emirati Arabi Uniti e l'iniziativa ha già prodotto risultati positivi.

close
Twitter Facebook LinkedIn Print Email
arrow arrow
Annual report
Discover the
OECD
download
Brochure
Read our
annual report
download